Il DNA rappresenta il nostro codice genetico, e conoscerlo a fondo vuol dire comprendere noi stessi, il nostro funzionamento e cosa ci distingue gli uni dagli altri. Studiare il DNA è come avere un "manuale di istruzione" di noi stessi.

Ciò che rende straordinario questo codice è la combinazione di solo 4 molecole, come fossero 4 "lettere" del nostro "alfabeto genetico", definiti nucleotidi - Adenina (A), Timina (T), Citosina (C), Guanina (G) - e l'organizzazione di queste in 23 cromosomi!

Proprio come in un vero libro, le lettere, prese da sole, non hanno molto significato, ma la loro combinazione crea le parole che nel DNA sono rappresentate dai “Geni”, cioè le unità ereditarie fondamentali. A loro volta, come più parole insieme costituiscono una frase che dà senso al discorso, così più geni insieme costituiscono le differenti parti delle vie metaboliche fanno funzionare il nostro organismo.
 
E' facile osservare come le persone sono sostanzialmente simili tra loro,  infatti gli esseri umani condividono il 99,9% del loro patrimonio genetico.
 
Questo significa che le differenze tra individui sono dovute solo ad uno 0,1% del loro patrimonio genetico. Queste piccole differenze sono quelle che fanno sì che ogni individuo risponda in modo diverso agli stimoli ambientali, intesi come suscettibilità alle malattie, risposta alla alimentazione, attitudine alla attività fisica o predisposizione a specifiche doti.
 
Sono queste caratteristiche che ci rendono diversi gli uni dagli altri: esistono persone grasse e persone magre, persone alte e persone basse, persone più predisposte a certi disturbi e malattie e persone meno predisposte.
 
E’ importante sapere però che lo sviluppo di una persona, deriva non solo dal suo DNA ma anche dall’ambiente in cui si trova. E’ infatti l’interazione tra geni ed ambiente che produce il risultato finale. Questo fatto è molto importante, perchè se da un lato non possiamo modificare il DNA con cui nasciamo possiamo modificare l’ambiente, cioè lo stile di vita, migliorando così il risultato finale.
 
Conoscere il DNA attraverso i Test Genetici oggi ci permette di:
  • Fare prevenzione attraverso una Alimentazione più Corretta e Personalizzata. 
  • Analizzare le vie metaboliche importanti per la salute e fornisce consigli pratici per ottimizzare la propria alimentazione sulla base delle proprie caratteristiche genetiche.
  • Valutare le principali intolleranze alimentari di origine genetica e cosa fare per ridurne gli eventuali effetti
  • Effettuare test diagnostici per la valutazione del rischio di predisposizione genetica alla Celiachia
  • Fornire indicazioni sulla sensibilità del proprio organismo agli zuccheri o a diversi tipi di grassi e quali indicazioni seguire per migliorare la riduzione del proprio peso corporeo
  • Avere uno strumento potente per migliorare l’alimentazione e la preparazione atletica di chi ama fare sport

A chi è rivolto il test

  • A chiunque voglia mantenersi in buona salute prevenendo alcune patologie importanti
  • A quanti desiderano informarsi sulle proprie predisposizioni verso malattie cardiovascolari, metaboliche, respiratorie, neurodegenerative, del sistema immunitario o verso la predisposizione all’osteoporosi, al fine di contrastare gli effetti negativi dell’ereditarietà attraverso la correzione dello stile di vita, della dieta e con l’assunzione di cure personalizzate.
  • A chi vuole perdere peso in maniera efficace e duratura
  • Alle donne in menopausa, agli uomini in andropausa con l’obiettivo di stabilire dieta ed integrazione nutrizionale più adeguate alla propria salute.
  • A chi manifesta stanchezza, gonfiore, ipotonia, cefalea senza motivo apparente
  • A chi pratica sport sia amatoriale che a livello agonistico per migliorare l’efficienza fisica e le prestazioni
  • A chi ha una storia familiare positiva per obesità, ipercolesterolemia, osteoporosi o patologie cardiovascolari